UK: cinque ristoranti che cucinano pensando al pianeta

0
55
UK

Il “save the planet” da cinque ristoranti britannici che creano piatti e portate pensando al bene del pianeta

UK: cinque ristoranti creano piatti sfiziosi, originali e saporiti pensando sempre e solo al bene del pianeta. Prodotti biologici, cibi ispirati alla foresta e alla costa, verdure coltivate in loco. L’ingrediente principale che unisce le cinque cucine? Cucinare con coscienza.

The Wild Rabbit, Oxfordshire. Un ristorante immerso in un prato di fiori selvatici nella tenuta organica di 40 anni delle Cotswolds. Un ambiente accogliente e caloroso: tavoli e sedie in legno con stoviglie e tovagliato semplici che sanno di “casa”. La frutta, la verdura e la carne provengono dalla fattoria biologica. I piatti più gettonati? La trota di fiume con i fiori di sambuco sottaceto, mela e lime kefir e gnocchi con rapa al burro.

The Wild Rabbit

The Pig Near Bath, Somerset. Una locanda che offre un semplice cibo britannico ispirato alle “micro-stagioni”, alla foresta e alla costa. Tutti i prodotti derivano dall’orto del ristorante.

The Pig Near Bath

The Ethicurean, Wrington, Bristol. Questa locanda si trova in un ex-aranceto di un giardino murato vittoriano. Un ristorante rigorosamente biologico e tutti i prodotti sono dell’orto locale.

The Ethicurean

Roots, Yorkshire. Tommy Banks nel 2013 aveva solo 24 anni quando è stato premiato con la stella Michelin. Oggi dirige e gestisce il ristorante Roots. Il menù di Banks non si ispira alle quattro stagioni tradizionali ma a tre precisi periodi dell’anno: il divario della fame, il tempo dell’abbondanza e la stagione della conservazione.

Roots

Arbor, Bournemouth. Le cucine del locale sono a induizione a bassa energia e tutta la struttura presenta un rivestimento in legname certificato. Il team del ristorante ha inoltre sperimentato di riuscire a mantenere le api sul tetto.

Arbor

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here