Più Fisica per tutti!

0
428
Più Fisica per tutti!

Se per caso avete il sogno nel cassetto di imparare la Fisica e non avete mai avuto la possibilità di farlo, questo è un buon momento.

Sia che siate lavoratrici e lavoratori impegnati a mantenere la famiglia, oppure pensionate e pensionati alla ricerca di un approfondimento, o ancora studentesse e studenti indecisi sulla strada da intraprendere, all’università La Sapienza di Roma, dal 2014 è attiva la ‘Cattedra Enrico Fermi’.

La Cattedra Enrico Fermi

La Cattedra Enrico Fermi è stata Istituita da Maria Stella Gelmini per diffondere la conoscenza della fisica moderna, al di là della laurea e dei corsi universitari. L’intenzione è quella di celebrare la tradizione scientifica italiana.

Enrico Fermi un genio della Fisica universalmente riconosciuto

La scelta di intitolare la cattedra a Enrico Fermi è legata al suo essere stato un genio di portata mondiale che ha “lasciato contributi duraturi praticamente in tutti i campi della fisica moderna, dalla fisica atomica, nucleare e delle particelle, alla fisica dello stato solido, dei raggi cosmici, alla relatività generale e al calcolo di grandi dimensioni”. (dal Sito del Dipartimento di Fisica, Cattedra Enrico Fermi)

L’iniziativa del Dipartimento di Fisica dell’Università di Roma La Sapienza

Ogni anno, per la durata di un semestre accademico, il professore che viene chiamato alla titolarità della cattedra tiene un ciclo di lezioni, che sono aperte al pubblico e completamente gratuite. Le lezioni cercano di essere divulgative, anche se non mancano elementi specialistici più complicati. La scelta dei temi dipende dal titolare della cattedra. I docenti scelti, infatti, dissertano con gli ‘studenti’ di argomenti nei quali si sono distinti, fornendo alla materia contributi scientifici significativi. Le lezioni sono tutte successivamente pubblicate in rete a cura del Dipartimento.

Il corso di quest’anno

Così questo anno accademico la prof.ssa Giovanna Tinetti, Professor of Astrophysics at University College London, ha tenuto un corso sugli ‘esopianeti’, le cui ultime due lezioni saranno il 26 settembre e il 3 ottobre prossimi.

Leggi: Trovato lago sotterraneo su Marte

Tutto rigorosamente a disposizione sul sito internet

Lo scorso anno il prof. Francesco Sette, Direttore Generale della European Synchrotron Radiation Facility (ESRF) di Grenoble (Francia), ha tenuto un corso sulla “Ricerca scientifica con la luce di sincrotrone”. Nell’anno accademico 2016/2017 il prof. Roberto Car, Professor of Chemistry at the Princeton University, ha fatto un ciclo di lezioni su “Le tematiche di fisica della materia condensata”. Tutte le lezioni video si trovano sul sito internet del Dipartimento.

Nell’anno accademico 2015/2016 il prof. Gabriele Veneziano, Honorary Member, CERN, Ginevra, Professeur Honoraire, Collège de France, Parigi ha parlato della ‘teoria delle stringhe’.

Il primo scienziato

Fino ad arrivare al primo promotore dell’iniziativa, il prof. Luciano Maiani, Professore emerito di Fisica Teorica della Sapienza, è stato presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e del Consiglio Nazionale delle Ricerche, e Direttore Generale del CERN di Ginevra.  Attualmente è presidente della Commissione  Nazionale Grandi Rischi (PCM) e continua le sue ricerche sulla fisica delle particelle fondamentali alla Sapienza e al CERN.

Il prof. Maiani ha affascinato l’uditorio con il corso dal titolo “Esplorando il cosmo con gli occhi di un fisico delle particelle” (qui i video).

Lasciatevi prendere dal fascino della Fisica

Insomma una iniziativa culturale fuori dal comune, con la possibilità di fare domande agli scienziati, di incuriosirsi sull’infinitamente piccolo così come sull’infinitamente grande. Una esperienza che l’università di Roma La Sapienza e il suo Dipartimento di Fisica vogliono continuare, per chi ha questo particolarissimo desiderio di conoscenza.

Commenti