IL PO D’AMARE. A TORINO LE BARRIERE CHE PESCANO I RIFIUTI

0
323
Il Po d'amare

Il Po d’AMare. Il progetto ecologico che mette al centro di tutte le attenzioni l’amore per la terra

Che cos’è il Po d’AMare? É un bellissimo progetto green di salvaguardia ambientale. L’iniziativa consta di una serie di barriere galleggianti pensate a mo’ di meccanismo di pesca; queste barriere ripuliscono il Po dai rifiuti dannosi e dalla plastica.

I fiumi sono i canali principali dai quali tutti i rifiuti tossici dalla terraferma finiscono in mare. Dunque la città di Torino ha avviato il progetto “il Po d’AMare” per proteggere la flora e la fauna locali e soprattutto per liberare il fiume dalla plastica e da tutti i rifiuti velenosi. Come è stata pensata la struttura galleggiante? La barriera è composta da una serie di reti di blocco per plastica, mondezza, carta e rifiuti; l’obiettivo primario dell’impianto è quello di purificare il fiume e lasciarlo scorrere libero e pulito.

Struttura galleggiante del “Po d’AMare”

Tutti i rifiuti raccolti saranno poi smaltiti o riciclati e infatti tutto il materiale rivalorizzato sarà poi trasformato in arredo urbano. Il progetto green è stato realizzato dal comune di Torino con il Coordinamento dell’Autorità di Bacino distrettuale del fiume Po e con il patrocinio del ministero dell’ambiente. Anche Amiat, Iren e i consorzi di Castalia e Corepla hanno collaborato con la città di Torino.

Un mondo più pulito non può più essere solo il frutto di un disincanto, può e deve essere realtà.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here