Chattanooga, aeroporto a energia solare

0
748

Un aeroporto interamente alimentato a energia solare. E’ il Tennessee’s Chattanooga Metropolitan Airport, ed è il primo aeroporto negli Usa a non utilizzare altro tipo di energia oltre a quella prodotta dai propri pannelli solari. Il Chattanooga Metropolitan Airport è un piccolo scalo composto da soli 5 gate, che tuttavia ha una grande mole di lavoro: si contano, infatti, più di 61 mila voli l’anno che partono e atterrano in questo scalo, con un passaggio di oltre 500 mila persone. Un’eccellenza ambientale unica negli Stati Uniti, ma non l’unica in tutto il mondo.

alt="Chattanooga impianto solare"

Energia solare per volare

Era il 2011 quando iniziarono ad essere installati i primi pannelli solari nell’area dell’aeroporto. Oggi, dopo 8 anni i lavori sono conclusi, con il risultato di un’area di quasi 5 ettari che ospita pannelli solari che forniscono 2.64 megawatt di energia. Una quantità sufficiente a soddisfare le esigenze dell’aeroporto senza ricorrere ad altre energie meno pulite.

Un progetto da 10 milioni di dollari, finanziato prevalentemente dalla Federal Aviation Administration, i cui lavori sono durati 8 anni, suddivisi in tre fasi di lavorazione. Per poter funzionare anche di notte, quando non batte il sole, ci sono delle batterie in loco. La durata di questo impianto a energia solare è stimata per 30 o 40 anni. I pannelli solari si trovano nell’angolo sud-est del campo di aviazione e si possono vedere dal finestrino dell’aereo durante le fasi di decollo e di atterraggio.

alt="Chattanooga energia solare"

Verso città e aeroporti più green

Gli aeroporti consumano quotidianamente molta energia elettrica che, sommata alle enormi quantità di gasolio per gli aerei, rende questi luoghi molto inquinanti. L’esempio di Chattanooga, seppur realizzato in un aeroporto di piccole dimensioni, è la dimostrazione che tutto è possibile. Eppure questo scalo del Tennessee non è il primo aeroporto al mondo ad essere alimentato interamente ad energia solare. Il primato, infatti, spetta al Cochin International Airport, in India, nel sud del Kerala. E’ questo, infatti, il primo aeroporto alimentato esclusivamente con la fonte del sole, grazie a un impianto solare di 12 megawatt, composto da più di 46 mila pannelli solari.

La moda degli impianti solari negli aeroporti sta decollando in questi anni. Un sistema ad energia solare, composto da 15 mila pannelli, è stato recentemente installato al Terminal 2 dell’enorme Dubai International Airport, negli Emirati Arabi. All’inizio dell’anno, inoltre, il dipartimento dei trasporti delle Hawaii ha completato l’installazione di 2980 pannelli solari aggiuntivi al Terminal 2 del Daniel K. Inouye International Airport, con lo scopo di installare in futuro altri 24 mila pannelli solari. Altri aeroporti hanno installato pannelli solari o costruito impianti solari per produrre energia rinnovabile. Tra questi si può ricordare l’impianto di 74 ettari dell’aeroporto internazionale di Indianapolis, composto da più di 87 mila pannelli solari per un’energia pulita di 22,2 megawatts da destinare anche alla rete elettrica regionale. E ancora il Denver International Airport, con un impianto solare di 22 ettari, 10 megawatt e oltre 42 mila pannelli solari.

Per una Chattanooga più pulita

L’aeroporto di Chattanooga, tuttavia, detiene il titolo di primo aeroporto statunitense interamente alimentato ad energia solare. Il progetto di sviluppo delle energie rinnovabili per l’aeroporto di Chattanooga ha però un obiettivo più ampio. Chattanooga, infatti, è stata fino a poco tempo fa una delle città più inquinate della nazione, secondo quanto riportato da un report relativo proprio al suo aeroporto. La città sta lavorando attualmente per diventare una delle città più pulite e più verdi degli Stati Uniti. Per raggiungere questo obiettivo era importante che l’aeroporto riducesse il suo grande impatto ambientale.

Commenti