Cannucce commestibili prodotte da una ditta marchigiana

0
466
cannuccia commestibile

Una buona notizia arriva dal nostro bel paese, in particolare dal centro Italia. Una ditta marchigiana ha ideato e progettato le cannucce commestibili, che vanno a sostituire quelle di plastica altamente inquinanti.

Perchè le cannucce di plastica inquinano?

Prima di entrare nel vivo del progetto, è bene fare una panoramica veloce sul perchè è bene non usare le cannucce di plastica.
Sembrerà una sciocchezza, ma quel tubicino, più o meno grande, usato per pochi minuti, finisce puntualmente in mare e, di conseguenza, sulla costa.
Secondo le ricerche citate dallo Strawless Ocean Movement, nello stomaco del 71% degli uccelli marini e nel 30% delle tartarughe è stata trovata plastica.

Come è possibile cio?! le cannucce che finiscono in mare col tempo di deteriorano sminuzzandosi e, per questo, pesci ed uccelli marini le ingeriscono entrando così nella catena alimentare. Per chi se lo stesse chiedendo si, anche noi esseri umani facciamo parte di questa catena alimentare.
Dopo tanti anni di uso smisurato di plastica, l’Europa a legiferato su questa tematica, infatti, nel 2021 tutti i prodotti in plastica che quotidianamente si usano, saranno vietati. in prima posizione le cannucce, poi piatti, posate, bicchieri, saranno vietati.

L’italia invece sarà il primo paese al mondo a bandire cotton-fioc (non biodegradabili) e micro plastiche nei cosmetici a partire dal corrente anno

Una cooperativa marchigiana realizza bastoncini commestibili per sostituire quelli in plastica

L’italia ha già iniziato il processo per eliminare la plastica dal territorio. La prima regione ad aver vietato la plastica in spiaggia è stata la Puglia. In gergo si direbbe “e’ una botta di vita” nel senso che, dopo anni di comodità, adesso ci toccherà o tornare agli antichi usi ,oppure trovare qualcosa di veramente valido che possa sostituire la plastica.

cannucce commestibili

La Cooperativa Campo di Fossombrone nelle Marche opera nel settore dell’agricoltura biologica e, per far fronte a questa emergenza.
Lorenzo Massone il presidente della cooperativa, dopo aver visto un programma sulla BBC dove si affrontava il problema inquinamento da cannucce, parlandone con i sui collaboratori sono arrivati ad una soluzione.

Di qui – ha spiegato Massone – l’idea di usare una pasta forata, le zite, per farne cannucce. Il pastificio nostro partner di progetto ha trasformato una pasta corta in pasta lunga ed ecco Canù”.

cannucce commestibili

La cannuccia inoltre è priva di OGM e il colore è lo stesso che si da alla pasta (ad esempio il rosso è dato dalle lenticchie), cosa molto importante è gluten free visto che è a base di riso e mais.
E’ già entrata in commercio, alcune attività la stanno testando.

Commenti