Apre biblioteca con libri abbandonati

0
43
Apre biblioteca con libri abbandonati

Grazie ai netturbini la biblioteca con i libri abbandonati e salvati dalla spazzatura è realtà. Si trova ad Ankara.

Forse non tutti ci hanno fatto caso. Avete mai visto quanti libri si trovano nell’immondizia ogni giorno? Vi è mai capitato di buttare i libri di cui vi siete stancati? Alcuni volumi diventano ingombranti… prima o poi finisco nei rifiuti.

Ci sono molte cose che possiamo fare per evitare lo spreco dei libri. Una di queste è donarli alla biblioteca della vostra città. Oppure fare un regalo ad un amico. I netturbini di Ankara hanno avuto un’idea originale.

La biblioteca di Ankara

Ecco la storia della biblioteca di Ankara. Si tratta di un edificio che sorge in un’ex fabbrica di mattoni. Grazie all’idea dei netturbini turchi è piena di libri che erano abbandonati o sono stati salvati dalla discarica.

Possiamo trovare ben 6 mila i libri recuperati. Ogni mese il numero sta aumentando e sono disponibili ad essere letti da chiunque voglia.

Il merito è della popolazione

I netturbini sono i veri protagonisti della storia. L’idea è nata all’improvviso. Hanno pensato che questo spreco di cultura poteva essere arginato. Dobbiamo anche ringraziare gli abitanti del quartiere che hanno recuperato e salvato centinaia di libri in pochi mesi. Quando si dice che l’unione fa la forza. Infine, i residenti del distretto di Çankaya hanno cominciato a donare i loro libri inutilizzati per sostenere ed incoraggiare l’iniziativa.

La biblioteca è aperta a tutti

Il progetto ha fatto talmente parlare di sé da essere aperto al pubblico. La biblioteca ha anche iniziato a donare volumi e collaborare con scuole e prigioni per programmi di formazione. La socializzazione e l’aggregazione hanno trionfato.

La biblioteca è rivolta a tutti: i figli degli impiegati municipali, gli studenti delle scuole del quartiere e i ciclisti che ci si fermano per fare una pausa e bersi un tè.

Serhat Baytemur, uno dei netturbini ideatori del progetto, ha detto:

“Prima speravo di avere una biblioteca in casa mia, ora ho una biblioteca qui!”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here